Taste of Japan: Anko – Crema di Fagioli Rossi Azuki (Dolce)

Anko – Crema Fagioli Rossi (Ricetta)

Come sapete, sto cercando in tutti modi di rendere il mio apprendimento del Giapponese il più piacevole possibile. Vocaboli nuovi ogni giorno, grammatica interattiva, musica, manga…le provo davvero tutte. Quello che mi piace di più? Vedere Film.  Essendo ancora una beginner, la mia comprensione è davvero minima, ma senza dubbio è un passatempo utile che mi tiene “in esercizio” anche quando mi prendo un attimo di pausa dai libri.

Soltanto due sere fà, ho visto un film che mi è rimasto impresso: “Le Ricette Della Signora Toku”.

Protagonista della storia è un uomo dal passato turbolento, impegnato a portare avanti un piccolo negozio di Dorayaki in un parco con i ciliegi in fiore a Tokyo. La sua vita viene stravolta con l’arrivo di una adorabile nonnina, insieme al suo amore incontrollabile verso questo dolce, attraverso il quale darà importanti lezioni di vita.

E’ un film di amicizia, rispetto e amore, che, con le sue scene così silenziose ma ricche di colore è capace di lasciare un segno e (molto schiettamente) farci venire l’acquolina in bocca.

E’ proprio attraverso la sua visione, che ho deciso di sperimentare la preparazione dei Dorayaki, partendo però dalla base: la Crema di Fagioli Rossi – Anko.

Da mangiare con gli occhi e con la bocca

Amo i dolci Giapponesi.

Non è facile spiegarne il motivo, ma, a partire dalle loro diverse consistenze, dalla loro particolare dolcezza e dalla loro estetica che li rende appetibili solo guardandoli, sono un piacere della gastronomia giapponese di cui ormai non riesco più a fare a meno.

Wagashi (和菓子): Troppo Buoni Per Essere Mangiati

I più famosi sono i mochi, palline di riso glutinoso, dalla famosa e curiosa texture molliccia. Abbiamo poi I Dorayaki, sandwich di soffice pancake, ed ancora i Dango, Ichido Daifuku, Manju e molti altri ancora.

Tutti caratterizzati da una incredibile bellezza estetica e, la maggior parte, accomunati da un ingrediente in particolare: Anko.

Per chi non lo sapesse, si tratta di una crema di fagioli rossi (Azuchi) dal sapore molto dolce, cui preparazione è molto simile a quella della nostra marmellata.

Anko è senza dubbio un ingrediente cruciale nella pasticceria Giapponese. Può essere usato come ripieno spalmabile, servito sotto forma di gelatina o in dolci zuppe accompagnato da cubetti di mochi. E’ un ingrediente versatile, perfetto per tutte le stagioni e la sua preparazione richiede pochissimi ingredienti.

Ingredienti
  • 200 gr Fagioli Anko
  • Acqua
  • 200 gr zucchero
  • pizzico di sale
Procedimento

Come detto precedentemente, gli ingredienti necessari sono pochi, ma ciò non vuol dire che la ricetta sia semplice. Avrete bisogno di un pò di tempo e tanta pazienza!

 

Come dice la nonnina del film: “Azuki è l’anima del Dorayaki” e per questo richiede la sua giusta importanza!

  • Immergete i fagioli Azuki in una ciotola colma di acqua e lasciateli riposare una notte (minimo 8 ore);
  • Il giorno dopo, scolateli e sciacquateli accuratamente.
  • Metteteli in una pentola e riempitela di acqua. Deve coprire di circa 2 dita la superficie. (Attenzione: in cottura i fagioli tenderanno a duplicare la loro dimensione, assicuratevi  quindi di avere una pentola abbastanza grande). Fate bollire su fiamma alta.

    Bolliti per 3 volte
  • Quando l’acqua inizia a bollire, scolate i fagioli e riponeteli nella pentola. Ripete questa operazione altre 2 volte (3  in totale) così che si perda quel leggero retrogusto amaro.

Fatto? Ora è il momento di bollirli per l’ultima volta!

  • Inseriteli nuovamente nella pentola e riempitela di acqua a filo con la superficie dei fagioli (giusto giusto per coprirli). Cuoceteli per circa 1 ora a fiamma bassa. Attenzione: dovrete mantenere costante il livello di acqua aggiungendola regolarmente.  Quando, premendo le due dita su un fagiolo questo si schiaccerà facilmente, sarete pronti per l’ultima fase!
  • Aumentate la fiamma e aggiungete poco per volta lo zucchero (in almeno 4 momenti), aggiungete il sale, amalgamate il tutto con l’aiuto di un mesto e spegnete la fiamma.

Ecco pronto il vostro Anko fatto in casa!

Ricetta Anko

Consiglio di spargerlo su una piatto e lasciarlo raffreddare. Se ne avete preparato in abbondanza, consiglio di conservarlo nel freezer!

Ricette ideale in cui Anko è protagonista? Avete provato con:

Taste of Japan: Dorayaki!

Taste of Japan: Ricetta degli Anko Dango!

Dango Recipe

 

Ciao! Sono Eleonora, grazie per aver visitato il mio Blog! E' un diario in cui racconto di cibo, avventure e vita quotidina qui in Giappone, Tokyo. Spero tu possa trovare qualcosa di interessante per te, buona giornat!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *