Top

Curry Giapponese

L’amore insaziabile nei confronti del Curry lo abbiamo manifestato più e più volte (se anche voi siete vittime del medesimo amore, consiglio la lettura di “Curry Obsession“)

Per noi è un po’ come la pizza italiana, almeno una volta alla settimana non si può dire di no, e per questo, ogni volta che lo cuciniamo, cerchiamo di arricchirlo con qualche ingrediente capace di regalargli un pizzico di sapore in più.

CURRY UDON – THE PERFECT COMFORT FOOD

Veloce, facile da preparare, si accompagna perfettamente a qualsiasi ingrediente abbiate in frigo e può essere preparato anche il giorno prima e conservato in frigo nel caso in cui siate troppo impegnati!

Rispetto ai più famosi curry Tailandesi ed Indiani, il curry Giapponese si presenta più spesso e denso, con un sapore agrodolce proveninete dalla combinazioni di spezie e cipolle caramellate. E’ meno piccante (quindi adatto a qualsiasi età) e viene sempre servito con del riso bianco (tranne per qualche ricetta originale).

Sembra delizioso e lo è davvero!

Il motivo per cui in Giappone è così popolare e facile da preparare è grazie ai Curry Roux, ovvero dei dadi di spezie concentrate che semplicemente sciogliendosi nell’acqua donna spessore e sapore al prodotto finale! Una geniale invenzione arrivata nelle cucine delle famiglie soltanto nel 1950 e che da allora ha fatto si che interi reparti neisupermercati si popolassero di prodotti dedicati alla sua preparazione, ognuno con un’intensità diversa.

Se avrete modo di far visita ad un supermercato in giro per il paese, consiglio una tappa per questi scaffali. Potrete acquistare un ottimo suovnir che vi permetterà, una volta tornati a casa, di rivivere i profumi e sapori del Giappone.

CURRY GIAPPONESE VERSIONE VEGETARIANA

Le sue versioni sono infinite! Potete trovarlo con carne di maiale, vitello, pollo, pesce, tempura … ma per la prima ricetta, abbiamo deciso di presentarvi la sua semplice e deliziosa versione vegetariana.

Ingredienti:

  • 1 confezione di Curry Roux
  • 1 litro brodo vegetale
  • 2 cipolle
  • 3 carote
  • 2 patate
  • 1 melanzane grande
  • 3 tbsp olio
  • 2 tbsp salsa di soia
  • 2 tbsplatte
  • 1/4 mela

Iniziate tagliando la cipolla a fette molto sottili. Tagliate le carote a”rangiri” (tecnica giapponese secondo cui si taglia la carota diagonalmente ruotandola ad ogni taglio) così da ottenere pezzi con superfici più ampie capaci di meglio assorbire i condimenti.

Tecniche speciali di tagllio!

Procedete allo stesso modo con patate e melanzane.

In una pentola, aggiungete 2 tbsp di olio e iniziate a scaldare le cipolle.

Si parte dalle cipolle!

Aggiungete 1 tbs di sale e procedete inserendo le verdure precedentemente tagliate.  Unite il brodo vegetale fino a ricoprire completamente gli ingredienti in cottura e portate a bollore.

Raggiunto il bollore, con l’aiuto di un cucchiaio, elimina la schiuma che si forma sulla superficie ed inserite i vostri dadi di curry.

Inserite i dadi di curry nell’acqua

Dal momento in cui inserite i dadi dovete fare molta attenzione a non bruciare il vostro curry! Giratelo spesso con l’aiuto di un mestolo e tenete il fuoco basso.

Youshoku, Il Secondo Grande Ricettario Gastronomico Giapponese

Generalmente nella confezione ne troverete 8 di medie dimensioni; il numero da utilizzare dipende un pò dai vostri gusti e dal livello di spessore che volete raggiungere. Personalmente, adoriamo un curry spesso e gustoso e su 1 litro di brodo utiliziamo 6 -7 dadi per volta. Consiglio quindi di procedere con 4 e di inserire i successivi poco per volta.

Facile, veloce e buono!

Per concludere, grattate 1/4 di mela,i due tbsp di latte e voilà, il vostro Japanese Curry è pronto!

Curry fatto in casa!

Buon Appetito! Itadakimasu!

Ele&Yo