Dove Dormire a Kanazawa (Backpackers friendly e non solo)

Un moderno Ostello in mezzo ad una delle città in cui si può ancora respirare l’aria dell’antico Giappone: Kanazawa.

Generalmente non parlo di viaggi fatti in giro per il Giappone. Spesso sono improvvisati all’ultimo minuto, e sono un momento di piacere in cui posiamo cellulari, altre distrazioni e ci godiamo il paesaggio.

Pochi mesi fà ho avuto però il piacere di visitare una tra le tante mete turistiche del paese, Kanazawa, e sarò sincera nel dirvi che tra quei parchi e case tradizionali, ci ho lasciato un pezzo di cuore.

Castello Kanazawa

Kanazawa è conosciuta “la piccola Kyoto“, e passeggiando tra le sue strade vi sarà facile capirne il motivo.

E’ una città in cui case da tè, design tradizionali e brillanti giardini ne sono padroni, in cui bellissime Geishe passeggiano ancora per le strade e dove un tempo, un grande clan di samurai abitava un intero quartiere (Nagamachi District) rimasto ancora intatto.

Kanazawa è la città delle meraviglie del paese

A partire da quando scenderete dal treno dove vi ritroverete in una delle stazioni riconosciuta tra le più belle del mondo, ed in cui una suggestiva struttura rappresentate un moderno gate Torii sorveglia l’ingresso.

Il suo significato? L’amore della città per l’arte, la tradizione ed il design.

Fino alla tappa obbligatoria del Kenroku-en, uno dei 3 più suggestivi parchi del Giappone.

Kanazawa Koen
Kanazawa Koen

Kenroku-en significa “Giardino dei 6”, e si riferisce ai sei valori che tutti i grandi ed importanti giardini dovrebbero possedere: solitudine, antichità, spaziosità, ingegno umano, acqua e viste panoramiche.

Ma se questo non dovesse motivarvi a visitare questa città meravigliosa, sappiate che a Kanazawa si mangia anche molto bene!

Se siete amanti dei prodotti del mare in particolare, altra fermata obbligatoria è il Omicho Market, il mercato del pesce che, con i suoi 185 stand famosi per offrire pesce fresco dal mare del Giappone, vanta più di 280 anni di storia.

Non solo osserverete le più grandi ostriche e granchi mai visti, ma potrete anche fermarvi a mangiare nei ristoranti sparsi nel mercato e vivere la vita dei locali. (Esperienza consigliata!)

Purtroppo ho vissuto Kanazawa solo per due giorni. Per vedere le attrazioni più significative della città, possono bastare, ma per entrare nel “mood” della scoperta riuscendo a scovare ristoranti nascosti o angoli della città non turistici non sono abbastanza.

Consigli su Dove Dormire? Kanazawa!

Se questa esperienza è stata indimenticabile, lo devo soprattutto anche alle persone che ho incontrato.

Generalmente quando scelgo un posto in cui passare la notte, soprattutto se sono da sola, punto le mie ricerche sugli Hostel.

Amo viaggiare per ostelli in Giappone.

Non solo i servizi sono simili a quelli di un buon hotel, ma le generali aspettative difficilmente sono insoddisfatte!

A Kanazawa ho dormito presso “The Share Hotels Hatchi“, un Ostello situato tra le attrazioni più importanti della città (pochi minuti sia dal Kenrokuen, sia dal castello di Kanazawa)

– Non a caso, è valutata come una delle posizioni migliori della città in cui alloggiare –

Struttura moderna ed accogliente, atmosfera rilassata, letti confortevoli e spaziosi (ostello style ovviamente) e staff incredibilmente gentile che è stato capace di orientarmi su come rendere le mie due giornata di visita più proficue possibili. Persone che amano il loro lavoro e la loro città.

Che sia chiaro, non si tratta di un hotel! Dovrete dormire in grandi stanze condivise (potrete scegliere di alloggiare in dormitori misti, per sole donne, uomini o camere private) ma vi assicuro che anche in queste situazioni, riuscirete a trovare la vostra gradita privacy. Ogni letto è infatti “rinchiuso” in un box, chiuso da una tenda, dotato di luce, piccola cassaforte e prese elettriche. Insomma, tutto l’indispensabile per potervi ricaricare e poter ripartire per il vostro viaggio!

Vale la pensa visitare Kanazawa? Assolutamente si! Dove dormire? The Share Hotels Hatchi può fare al caso vostro!

Buon Viaggio!

Ele&Yo

 

Come sono arrivata a Kanazawa? Con il Seishun 18!

Da Tokyo a Kanazawa con il Seishun 18

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *