Top

Porta Fortuna made in Giappone

Se dà un lato la cultura Giapponese è ricca di superstizioni e regole da rispettare per non andare incontro a brutti incidenti (ad esempio demoni pronti a rubarti l’ombelico), si può ricorrere ad alcuni rimedi per riuscire a raccimolare un pò di fortuna da usare con sapienza nella vita quotidiana.

(Se vi interessa l’argomento vi consiglio l’articolo “Superstizioni Giapponesi”)

Da graziosi gattini , alle preghiere al tempio fino a celebri cioccolatini, ecco i nostri 9 simboli Giapponesi portafortuna preferiti!

Talismani Fortunati: Omamori

Omamori

Ricordo come fosse ieri la prima volta che ne ho acquistati alcuni in  una shrine di Kyoto: uno per la mia famiglia, uno per Yo ed un’altro di “riserva” che da lì a poco ho avuto il piacere di regalare ad un’amica che non stava passando un bel periodo.

Si tratta di talismani confezionati in dei bellissimi sacchetti di stoffa colorati e ricamati con figure stilizzate o semplici forme geometriche. Si posso acquistare in diverse shrine e sono specifici per diversi aspetti della vita (salute, lavoro, famiglia, amici, amore …). Potete quindi acquistare quello di cui sentite avere bisogno e portarlo sempre con voi!

Attenzione: il sacchettino non và mai aperto! Rischierete di rompere il suo potere ed essere colpiti da sfortuna!!

Il Gatto Maneki Neko

Gatto Porta Fortuna nei Negozi

A partire dal suo design, i suoi semplici colori fino agli occhietti giapponesi, non ci si può non innamorare di questo gatto!

Lo vediamo spesso nei cartoni animati, all’ingresso di ristoranti e negozi ,ed è diventato ormai un oggetto rappresentativo del Giappone. Ma qual’è il suo utilizzo? Non tutti lo sanno, ma questo ingenuo gattino è usato per richiamare l’attenzione dei passanti ed invitarli ad entrare a fare acquisti o sedersi a tavola nei ristoranti!  La sua traduzione è infatti “Gatto che Chiama” ed è anche conosciuto come “Gatto del Denaro” appunto perchè il suo obbiettivo è far spendere soldini alle persone che rimangono addescate dal suo charme!

E’ quindi un talismano porta fortuna per le attività commerciali ed è ormai anche un oggetto di design presente un pò ovunque in giro per la città!

Placchette Porta Fortuna: Ema

Ema

Nello spazio aperto di fronte alle shrine, si possono trovare delle strutture i in cui trovate appese diverse placchette in lego decorate.

Prendono il nome di Ema e contengono scritte e disegni dei visitatori del tempio che dichiarano così pubblicamente quali siano i loro sogni nel cassetto. Se vi interessano, sono acquistabili direttamente nei pressi della shrine e non siate timidi, potete lasciare libero sfogo alla vostra fantasia nel decorarle.

Senbazuru

Senbazuru

Si tratta di 1000 gru origami legate insieme in un bellissimo bouquet colorato che vienLa

In Giappone le gru sono simbolo di longevità e buona salute. La tradizione vuole che, se si crea una catena di 1000 origami, un desiderio diventerà realtà. Si possono trovare fuori dalle shrine o in luoghi con una particolare importanza storica per il paese (ex. potrete trovare diversi Senbazuru ad Hiroshima, nella zona in cui cadde la bomba – vennero regalate dalle varie prefetture del paese per simboleggaire la vicinzana alla città colpita dalla strage), ma sono anche un oggetto che viene dato come regalo a spose o amici.

Un simbolo porta fortuna con un grande valore di amicizia e rispetto.

Carpe Volanti: Koinobori

Koinobori – Porta Fortuna Giappone

Nel”Giorno dei Bambini” che cade il 20 novembre, festa nazionale in tutto il paese, si possono trovare appese in giro per la città, striscioni di carpe colorate, che hanno lo scopo di augurare ai bambini delle famiglie successo, salute e fortuna!

I Bigliettini Rivelatori: Omikuji

Omikuji

Scegliere se leggere o no il proprio Omikuji non è sempre facile, potrebbe esservi rivelato qualcosa che non volevate sapere.

Si tratta di bigliettini acquistabili nelle Shrine,con sopra scritte piacevoli o spiacevoli predizioni. Se ciò che trovate scritto è positivo per la vostra vita ed il vostro futuro, potete conservarlo come porta fortuna. Se trovate invece brutte notizie , non preoccupatevi, vicino a dove lo avete acquistato trovarete delle strutture in legno con delle corde in tensione, prendete il vostro bigliettino e legatelo attorno ad una delle corde, in questo modo lascerete la cattiva sorte alle vostre spalle!

Daruma – Porta Fortuna Giapponese per i nostri più segreti desideri

Daruma – Porta Fortuna Giappone

Conosciute anche come bambole Dharma, sonon statuette generalmente tondeggianti di colore rosso, che raffigurano Bodhidharma, il monaco che fondò il Bussidmo Zen.

La loro funzione principale è quella di realizzare i desideri. In che modo? Quando le acquistate troverete i loro occhi senza pupille: colorate la prima ed esprimete un desiderio,il Daruma vi aiuterà a realizzarlo e quando sarà diventato realtà, per ringraziarlo, non divrete far altro che donargli la vista colorando anche il secondo occhio!

Food!

Obento for New Year (Osechi)

Lo so parlo sempre di cibo, ma come in Italia abbiamo cotechino e lenticchie per la fortuna del nuovo anno, anche qui in Giappone la gastronomia può aiutarci ad avere successo!

I COLORI DEL CAPODANNO GIAPPONESE

In particolare, con il nuovo anno, è tradizione mangiare l’Osechi Ryori, una sorta di grande bento composto da un assortita varietà di colorate e deliziose pietanze, ognuna con uno specifico significato che accompagna l’arrivo dell’anno nuovo.  Ad esempio i fagioli neri simboleggiano la salute,  i gamberetti la longevità, così come anche i soba. Un’insieme di piatti portatori di fortuna e salute .

Ultimo, ma non per importanza:

Kat Kat, i cioccolatini fortunati

Kit Kat – Porta Fortuna Giappone

Ebbene sì, non sono solo buonissimi, ma portano anche fortuna.

Inventati nel 1970 proprio qui in Giappone, parte del loro successo è dovuto al fatto che, tra gli studenti, sono il regalo portafortuna più celebre che viene scambiato durante il periodo degli esami.

Se dunque venite qui in Giappone, alla ricerca di un po’ di fortuna, speriamo che questi consigli possano esservi di aiuto!

Ele&Yo

Comments:

  • Novembre 20, 2018

    Meraviglioso!
    Qualcosa ho in casa, qualcosa mi manca…hai ragione, non so se avrei il coraggio di leggere un mio eventuale Omikuji…

    reply...
    • Novembre 23, 2018

      ahahahah ma sicuramente quando si è nei pressi ti un tempio è difficle non dargli una chance dandogli un’occhiata!

      reply...
  • Novembre 21, 2018

    Gli omamori e gli ema sono bellissimi 🙂

    reply...
  • Artisio Luisa

    Novembre 23, 2018

    Capisco ora il significato dei 1000 origami che ti ha inviato La tua cara amica Lia

    reply...

post a comment