Alla Scoperta dei Sapori Giapponesi: Soba Noodle Soup – 温かいお蕎麦

Soba in Giappone: RIcetta

Da buona italiana. capita qualche giorno di sentire il desiderio di mangiare un buon piatto di pasta al pomodoro pomodoro insieme ad un immancabile  bicchiere di vino. Allo stesso tempo però, è un mese che sono arrivata, e sto ancora vivendo quella fase del viaggio che mi impone di buttarmi alla scoperta di nuovi piatti e ricette giapponesi, rifiutando i ristoranti italiani che mi circondano (e vi assicuro che sono tantissimi).

Tappa fissa durante la giornata sono quindi le gastronomie ed i supermercati, con l’obbiettivo di provare ogni sera a cena qualcosa di nuovo!

Ed è così che ieri sera, dopo scuola, nel supermercato vicino a casa mi sono imbattuta in loro: Soba Noodles!

IMG_8337.jpg

Ne ho mangiati in quantità industriale l’estate scorsa (sono perfetti consumati freddi nelle stagioni calde ) e solo recentemente Yo me ne ha spiegato la differenza rispetto agli altri Noodles; trovarli è stato quindi un segno e non potevo non approfittarne!

SOBA, UDON e RAMEN

Chiamarli “spaghetti orientali” come si può leggere un pò ovunque, direi non lo definirei corretto, ma ci dà sicuramente un’idea di cosa stiamo parlando.

Soba, Udon e Ramen sono tre tipologie diverse di Noodles, ovvero impasti di farina di farina di grano o riso(non di grano duro come la nostra pasta), acqua ed in alcuni casi anche uova, lavorati con particolari tecniche e venduti freschi, disidratati, prebolliti, cotti al vapore o fritti.

Se ne possono trovare di tre tipi:

  • Udon >leggermenti più spessi rispetto alle altre due tipologie, si presentano soffici e leggermente gommosi. Possono essere serviti caldi o freddi.
  • Ramen > sono molto sottili e lunghi rispetto agli Udon e si presentano anche qui leggermente gommosi. Vengono serviti solo caldi.
  • Soba > si tratta di sottili fili dal colore leggermente scuro prodotti in larga % con farina di grano saraceno.  Possono essere serviti caldi o freddi

I soba sono i miei preferiti. Sono leggeri, gluten free (attenzione non tutti! Alcuni presentano anche una % di farina bianca) e incredibilmente versatili.

La loro storia li rende il piatto ufficiale del capodanno – Ōmisoka (大晦日) – per diversi motivi:  sono simbolo di lunga vita, il loro colore dorato indica  buona fortuna e la loro forza (il grano saraceno è un tipo di cereale molto resistente) rappresenta la forza. Sono quindi un buon augurio per la vita futura che ci aspetta!

Soba Noodle Soup – 温かいお蕎麦

Anche se non è capodanno, è difficile resistere alla loro tentazione.

Ecco quindi la nostra ricetta di Soba Noodles Soup, una zuppa calda originale ideale con l’arrivo del freddo!

Ingredienti:

IMG_8526.jpg
Ingredienti Soba
  • pentola con 4 tazze di H20
  • 300 gr di Soba
  • 1 cucchiaio di Sake
  • 2 cucchiaio di Mirin
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • 1 cucchiaio di sale
  • 2 tazze di Katsuobushi

La zuppa

Fase uno della preparazione di questa ricetta è senza dubbio il brodo caldo che accoglierà i nostri soba!

Afuri: Vegan and Gluten Free Ramen in Tokyo

Prendete la vostra pentola d’acqua e inserite all’interno le tazze di katsuobushi. Portate ad ebolizione e spegnete il fuoco lasciando posare sul fondo questi sottili fette di pesce Bonito essicato.

IMG_8344.jpg

Perchè usiamo il Katsuobushi? Darà quel pazzesco gusto umami alla vostra zuppa, che verrà ancora intensificato nelle fasi successive.

Scolate l’acqua aromatizzata in un’altra pentola andando ad eliminare tutti i residui di Katsuobushi, e mettetela nuovamente sul fuoco aggiungendo Mirn, Sake, Salsa di Soia e sale.

IMG_8573.jpg

Portate ad ebolizione e spegnete il fuoco. Quella che abbiamo creato è la nostra zuppa che lasceremo ora riposare e scalderemo poco prima di servire i nostri Soba a tavola!

RICETTA SERIOLA IN SALSA DI SOIA e ZENZERO

E’ giunto il momenti di passare alla cottura dei nostri Noodles. Scaldate dell’acqua in una nuova pentola e, raggiunto il bollore, fate cuocere i vostri Soba a seconda di quello scritto sul pacchetto ricordandovi di togliere 1 min. dai tempi di cottura indicati.

IMG_8577.jpg

Una volta cotti, scolateli e gettateli H20 fredda con ghiaccio lavandoli con forza facendo movimenti circolri con le mani e grattandoli uno contro l’altro (non abbiate paura di romperli, sono molto resistenti).

questa fase è molto importante nonstante non sia specificata nel pacchetto, in quanto permette di eliminare l’amido in eccesso (lo vedrete dal colore opaco dell’acqua) e previene la formazioni di grumi gommosi mentre di raffreddano

E’ ora il momento di scaldare il brodo caldo ed i nostri soba precedentemente raffreddati ed unirli insieme.

Scaldate quindi i vostri ingredienti in due pentole (i soba andranno buttati in acqua calda per non più di un minuto) e serviteli in una bella ciotola arricchendoli con qualche sapore che più vi piace.

Noi abbiamo optato per dellla buona tempura, un pò di erba cipollina e kamaboko (fish cake).

IMG_8578.jpg

itadakiasu!

 

Ele&Yo

Ciao! Sono Eleonora, grazie per aver visitato il mio Blog! E' un diario in cui racconto di cibo, avventure e vita quotidina qui in Giappone, Tokyo. Spero tu possa trovare qualcosa di interessante per te, buona giornat!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *