Top

Il 7 luglio in Giappone, è il giorno in cui si esprimono i desideri e si celebra l’amore.

Strade decorate con striscioni appariscenti ; vasi fuori dalle case e dai negozi in cui foglietti colorati svolazzano attaccati a lunge canne di bamboo; ragazze sorridenti in eleganti Yukata estivi … se vi trovate in mezzo a tutto questo, state vivendo la celebrazione del Tanabata Festival!

Di cosa si tratta?

Il giorno del Tanabata richiama una leggenda Cinese con più di 1500 anni di storia, ripresa poco più avanti dal popolo Giapponese.

Protagonisti sono la bellissima principessa Orihime, figlia del re dei Cieli, ed il bel pastore Hikoboshi, gran lavoratore rispettato dagli dei. La leggenda racconta che Orihime, abile tessitrice, incapace di trovare l’amore, fu aiutata dal padre che decise di presentarle Hikoboshi. I due si innamorarono perdutamente, tanto da accantonare i loro impegni e vivere esclusivamente il loro amore. La dolce Orihime smise di tessere e Hikoboshi smise di prendersi cura degli animali.

Questo scatenò l’ira del re dei cieli che, per punizione, separò i due amanti da una strada invalicabile, la via lattea, e gli permise di vedersi soltanto un giorno l’anno. Il settimo mese del settimo giorno (7 luglio).

Tutt’ora, se si guarda il cielo la notte del 7 luglio, osservando la via lattea, spiccano all’occhio due stelle in particolare, Vega ed Altair, rappresentanti i due innamorati, pronti finalmente ad incontrarsi.

Esprimere un desiderio guardando le stelle

Con l’arrivo di questa festività in Giappone, gli aristocratici di corte organizzarono dei giochi di poesia al fine di celebrare questo amore sfortunato. Questa usanza si diffuse poco per volta in tutte le classi sociali, diventando una tradizione secondo il quale, scrivendo il proprio desiderio guardando le stelle durante il giorno del Tanabata, questo potesse diventare realtà. 

A partire dal periodo Edo, si iniziarono dunque a vedere per le varie città, foglietti appesi (tanzaku) a lunghe canne di bamboo, considerate il supporto ideale in quanto, con la loro naturale propensione a crescere verso l’alto, avrebbero potuto raggiungere più facilmente il cielo, riuscendo così a trasformare i desideri in realtà.

Ma l’espressione di speranza non si limita solo al Tanzaku.

Esistono talismani ed altre decorazioni come ad esempio il Fukinagashi, enormi stelle filanti colorate che vengono appese al soffitto di grandi edifici (ex centri commerciali) cui lunghi strascichi rappresentano il filo tessuto da Orihime, e vengono spesso scritti con antiche poesie.

O ancora, gli Origami a forma di gru, simbolo di lunga vita per la famiglia e salute

Dove poterlo vivere al meglio

Se si parla di Tanabata, il posto in cui andare a vivere una celebrazione come si deve è Sendai (Attenzione! A sendai viene seguito il calendario lunare quindi invece di luglio il festival avviene all’inizio di agosto).

Se vi trovate a Tokyo, oltre alle decorazioni appese per quasi tutta la settimana attorno  potrete vivere una grande parata la domenica in Kappabashi Hondori!

Potrebbero interessarvi anche:

Tsukimi Dango: un esempio di quando tradizione, natura e gastronomia si incontrano

Discovering Osaka: Museo Instant Ramen, Una Storia da Scoprire