Taste of Japan: Dorayaki!

Due dolci pancake, dalla forma arrotondata e dal colore dorato, uniti insieme da una deliziosa crema preparata con zucchero e fagioli Azuki. I Dorayaki sono un dessert che, una volta provato, non se ne riesce più a fare a meno.

A partire dalla popolarità ottenuta grazie al celebre cartone animato Doraemon (a chi non è venuta l’acquolina in bocca guardandogli divorare tonnellate di questi pancake)  i Dorayaki sono uno dei dolci giapponesi più conosciuti ed apprezzati, sia dai più piccoli che dai più grandi. Fanno parte di quella categoria di dessert chiamata “Wagashi“, e sono facilmente acquistabili sia nei combini che nei negozi di dolci tradizionali.

La tradizione li vuole ripieni di Anko, una pasta densa preparata esclusivamente con fagioli Azuki, acqua e zucchero. Nonostante ciò, si possono facilmente trovare diverse varianti come la Nutella, diverse marmellate, miele, crema pasticciera, fresh cream …come sempre, viva la fantasia!

Dopo diversi tentativi (anche mal riusciti) e ricerca in diverse ricettari, ecco la ricetta ideale:

INGREDIENTI
  • 4 uova
  • 1/2 tazza di zucchero
  • 3 cucchiai (abbondanti) di miele
  • 1 1/2 tazza di farina
  • 1 cucchiaio di baking powder
CUCINIAMO!

Lavorate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi. Consiglio di unire in primis zucchero e uova, lavorarli e successivamente farina e baking powder setacciati!

Impasto Dorayaki

Lasciate riposare in frigo il vostro impasto per 20-30 min, coprendolo con della carta trasparente.

Nel frattempo, iniziate ad oliare la padella che utilizzerete per la loro cottura. Attenzione! Consiglio di immergere un tovagliolo nell’olio, e ungere la padella. Successivamente, con un altro tovagliolo, eliminare l’olio in eccesso. In questo modo riuscirete ad ottenere una superficie dorata ed eviterete delle cialde bruciacchiate (vedi foto).


Fate scivolare, con l’aiuto di un mestolo, il vostro impasto fino a raggiungere la grandezza che più preferite. Quando vedrete  comparire le bolle in superficie, è il momento di girarli e cuocerli ancora per 2 minuti circa (dipende dalla grandezza che avete scelto).

I Dorayaki sono semplici da preparare ma richiedono pazienza.  Per ottenere una perfetta doratura è necessario che la fiamma sia medio-bassa, e che l’impasto sia posizionato al centro della pentola. A meno che non abbiate una grande piastra in cui disporli, per ottenere dei Dorayaki perfettamente dorati sarà necessario cuocerli uno alla volta. (Questo se siete precisi e puntate alla versione più simile all’originale!)

Poco per volta che sono pronti, posizionateli sotto un panno leggermente umido, così che mantengano la loro morbidezza.

Ultimo passaggio, la farcitura! La ricetta originale prevede l’Anko (pasta di fagioli Azuki), ma avete mai provato un Dorayaki alla Nutella? O alla crema pasticciera? Sono buonissimi!

Ripieno Anko

Per dargli la forma tradizionale, inserite più farcitura nella zona centrale e, una volta chiusi, saranno pronti per essere mangiati!

N.B: Se ne avete fatti in abbondanza,o siete in grado di controllare il vostro istinto di mangiare dolci, potete conservarli in frigo, in un contenitore sigillato.

Idelai anche per il vostro Obento o da portare con voi in un picnic all’aria aperta!

Il mio primo Hanami addolcito dai Dorayaki

Dove acquistare

L’ingrediente più difficile da trovare è sicuramente l’Anko (crema di fagioli rossi).. E’ possibile preparalo a casa ma nel caso in cui vogliate acquistarlo già pronto ecco un link che può esservi utile -> Anko.

いただきます!

Ele&Yo

 

 

 

Ciao! Sono Eleonora, grazie per aver visitato il mio Blog! E' un diario in cui racconto di cibo, avventure e vita quotidina qui in Giappone, Tokyo. Spero tu possa trovare qualcosa di interessante per te, buona giornat!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *