Top

Agrodolce e versatile, la salsa Teriyaki è uno dei condimenti giapponesi più famosi ed aprezzati sia nel paese che oltre oceano. Ecco la sua semplice ricetta! Un’idea gustosa anche per il proprio pranzo al sacco (Obento)!

 

Nella cucina Giapponese esistono alcuni piccoli trucchi capaci di rendere un piatto molto semplice, non solo bello all’apparenza, ma soprattutto ricco di sapore.

Lo stile Teriyaki ne è sicuramente un grande esempio! Qualsiasi ingrediente decidiate di preparare seguendo questa tecnica, state pur certi che il risultato sarà un piatto davvero invitante e gustoso.

Il nome ne descrive già la preparazione  照り焼き:

照り= Teri = Lucente, Lucido

焼き= Yaki = Grigliato

Si tratta di una tecnica che prevede due fasi. In un primo momento, l’ingrediente principale viene grigliato o bollito e, poco prima della fine della sua cottura, viene cosparso più volte da una spessa salsa scura fino a che non inizi a caramellare.

La salsa in questione prende il nome di “Tare” in Giapponese, ed è il motivo per cui questa tecnica è apprezzata ed utilizzata non solo nei ristoranti, ma anche nella cucina casalinga. Si tratta di una glassa agrodolce preparata con salsa di soia, sake, mirin e zucchero, il tutto portato a bollore e lasciato raffreddare fino a raggiungere una densa consistenza.

Dal Periodo Edo Fino Ad Oggi

La sua nascita viene datata al periodo Edo, quando, con lo sviluppo sempre più crescente della salsa di soia, ritenuta da alcuni dal sapore troppo forte e concentrato, si cercarono delle soluzioni per addolcirla.

Fu così che si iniziò a diluirla prima con un pò di mirin e successivamente con lo zucchero. Il risultato portò alla nascita della moderna salsa Teriyaki! Una glassa agrodolce che si sposa perfettamente con diversi ingredienti.

Mentre un tempo, essendo la dieta giapponese basata principalmente sul consumo di pesce, la salsa Teriyaki era utilizzata con salmone, seriola (yellowtail Fish) o sgombro, ai giorni nostri al contrario, non vi sarà difficile trovarla nella sua versione più popolare: yakitori!

Per chi non lo sapesse, si tratta di spiedini preparati con le diverse parti del pollo (petto, pelle, fegato ed altre interiora), grigliate su delle apposite piastre e immerse nella salsa Teriyaki durante la cottura. Sono il piatto simbolo degli Izakaya e lo street food ideale durante le Matsuri (festività) in giro per il paese.

Yakitori sono però sono un esempio. Oggi giorno la salsa Teriyaki è davvero utilizzata in una miriade di ricette, alcune anche fantasione (come le patatine al gusto teriyaki).

Ogni mese ne preparò un pò e la utilizzo in svariati piatti (tra cui gli Obento di Yo). E’ il classico utile condimento, da tenere in frigo chiuso in un bel barattolo di vetro (potete conservarlo anche per 2 settimane) e tirare fuori per dare qualche sapore agrodolce in più alla vostra cena!

Teriyaki

Ingredienti

Ecco di cosa avremo bisogno per preparare la nostra salsa Teriyaki.

  • 1 tazza di sake;
  • 1 tazza di Mirin;
  • 1 tazza salsa di soia;
  • 1/3 tazza di zucchero;

Procedimento

In una pentola combinate i vostri ingredienti. Portate a bollore a fiamma medio alta continuando a mischiare con l’aiuto di un cucchiaio così da evitare che la salsa si attacchi rischiando di bruciarsi.

Una volta raggiunto il bollore, abbassate la fiamma al minimo e, continuando a mescolare, cuocete per 10 minuti circa o fino a che il liquido non inizierà ad addensarsi!

Una volta pronto, versatelo in un barattolo di vetro e conservatelo in frigo.

Come Utilizzarla

La salsa Teriyaki non deve essere utilizzata all’inizio della cottura, ma bensì solo al termine. Va aggiunta poco per volta con la’iuto di un cucchiaio direttamente sull’ingrediente che avete deciso di servire, fino a che non viene raggiunto il sapore e colore desiderato.

Per concludere può anche essere aggiunta sul piatto completo.

Avete mai provata a condire il vostro obento con questa salsa? Ecco l’Obento per Yo, verdure e riso con pollo in salsa Teriyaki!

CURIOSITA’

La salsa Teriyaki ha assunto sempre più popolarità anche all’estero, e la sua ricetta ha subito influenze occidentali. Ad esempio un’alternativa è utilizzare il Vino Rosso al posto del sake, o succo di ananas al posto dello zucchero;

—————–

Gli Izakaya storici, utilizzano la stessa salsa teriyaki da anni! Non viene mai interamente sostituita ma ne viene aggiunta ogni giorno della nuova così da compensare quella utilizzata;

—————–

Nei Fast Food in Giappone vi capiterà di trovare Teriyaki Burger o, in alcuni café, bellissime bowl con pollo Teriyaki e verdure;

 

Itadakimasu! いただきます

Ele&Yo

 

Potrebbero anche interessarvi:

Salsa Ai Semi di Sesamo Tostati e Broccoli

Okonomiyaki

Manjū: ecco come prepararli a casa!

Umeshu: Il Liquore alla Prugna Giapponese