Tsukimi Dango: un esempio di quando tradizione, natura e gastronomia si incontrano

Dango: Dolci Giapponesi

Ormai l’estate ci ha lasciato da un pò di settimane portandosi via con sè quella calda e tanto amata luce del sole e lasciandoci al buio della notte già dalle 5 di pomeriggio (o almeno, così a Tokyo).

E’ inevitabile quindi, quando si torna a casa da scuola o da lavoro, alzare gli occhi al cielo ed osservare la luna nella sua bellezza, soprattutto in questi giorni.

In Giappone, i mesi di settembre ed ottobre sono conosciuti sotto il nome di Nagatsuki (長月), ovvero “Mesi della luna crescente”.

Osservare la luna piena è da sempre un passatempo popolare in ogni angolo del Giappone. Tradizione vuole che sia un modo per esprimere gratitudina e protezione per l’inizio della raccolta di riso, augurandosi che sia abbondante in vista del freddo inverno.

I giorni in cui questo satellite naturale vanta una straordinaria luminosità e grandezza prendono il nome di Jugoya  (十五夜) e ricadono il 15esimo giorno di ogni mese. E’ però la quindicesima notte dell’ottavo mese quella in cui il paese si ferma ad osservare la luna piena, celebrandola con feste, buon cibo e musica tradizionale, in quel momento che prende il nome di jūgoya no tsukimi (Attenzione-> la data segue il calendario lunare. Secondo il  nostro quest’anno è stato il 24 Settempre 2018).

Il coniglio nella luna

E’ stato Yo a farmelo osservare la prima volta, e da allora riesco ad vederlo tutte le volte. Tradizione vuole infatti che la luna, quando piena, ospiti nel suo perimetro un coniglio, identificabile dalla disposizione e colorazione dei crateri.

Che lo vediate o meno, ormai è entrato a far parte del folcrocre popolare e a lui sono dedicate melodie e poesie che vengono riprese proprio in queste occasioni. Eccone un esempio:

Dango: Quando la tradizione incontra la dolce gastronomia

Durante il giorno della luna piena, la tradizione ci tramanda di godere di questo momento degustando dei dolci tradizionali che prendono il nome di Dango.

jg00115_ph03-680x453
Dango

Si tratta di sfere di dumplings preparate con farina di riso mochi ed arricchiti con salse dai diversi sapori. Sono il dolce dell’autunno, e trovarli durante i mesi autunnali è facilissmo. A partire dalle piccole botteghe specializzate, ai conbini fino ai supermercati in cui addirittura, in queste settimane, si possono trovare bancarelle apposite che li vendono.

Si dice che il primo Dango sia stato fatto in una Tea House a Kyoto chiamata Kamo Mitarashi vicino alla famosa Shimogamo Shrine (vi consiglio di andare se siete nei paraggi),e che fosse nato come dolce di accompagnamento del famoso te matcha.

Taste of Japan: Ricetta degli Anko Dango!

Attualmente, raggiunta la popolarità in tutto il paese, di Dango ne esistono davvero di tutti tipi, ognuno caratterizzato da un suo forte e delizioso sapore.

Mitarashi Dango – ricoperto da uno sciroppo fatto di salsa di soia, zucchero e amido.

IMG_9331.jpg
Mitarashi dango

Anko Dango – ricoperto da uno spesso stratto di marmellata di fagioli rossi Azuki

Anko-dango
Anko Dango

Chadango – Dango aromatizzati al te verde

The-Finest_Japan-Chadango-1.jpg
Chadango

Hanami Dango – vengono preparati in primavera e ricordano i fiori sakura grazie al loro colore rosa e bianco

hanamidango-20160926_3
Hanami Dango

Kinako Dango – ricoperti da una farina di soia salata

kinako-dango.jpg
Kinako Dango

Come vivere lo Tsukimi

L’esperienza dello Jūgoya no tsukimi può essere vissuta anche nei diversi giorni dell’anno in cui la luna piena sormonta il cielo, e ricreare questo momento non richiede necessarimente decorazioni e feste.

Cosa vi consiglio di fare? Se siete qui in Giappone, trovate una buona postazione dotata di un’ottima vista sul cielo stellato con al centro la luna, meglio ancora se siete in una veranda tradizionale capace di ricreare quel fascino orientale.

Accerchiatevi dalle persone che amate, munitevi di un buon bicchiere di osake insieme ad i tradizionali dolci e godetevi questo momento liberandovi da qualunque tipo di stress.

Non ho ancora avuto questa fortuna, ma ne ho tanto sentito parlare. Se siete a Tokyo nei giorni indicati, la location migliore in cui osservare la meravigliosa lune è la Tokyo Tower. Avrete la possibilità di vedere quest’enorme sfera illuminata brillare sulla città.

Ele&Yo

 

 

 

 

 

 

Ciao! Sono Eleonora, grazie per aver visitato il mio Blog! E' un diario in cui racconto di cibo, avventure e vita quotidina qui in Giappone, Tokyo. Spero tu possa trovare qualcosa di interessante per te, buona giornat!