Top

Noodles saltati con verdure e carne di maiale conditi con una salsa agrodolce. Gli Yakisoba sono un classico dello street food Giapponese , soprattutto in questo periodo con l’arrivo delle Matsuri (Feste) estive. 

 

Prima di venire in Giappone non ne avevo mai sentito parlare, ma dopo averlo assaggiato per la prima volta, capisco cosa mi ro persa.

Se il nome Yakisoba non vi dice niente, provate ad immaginare un abbondante piatto fumante di Noodles, ricco di verdure, con qualche pezzo di carne di maiale, il tutto ricoperto da una salsa agrodolce e profumata dal colore scuro e consistenza sciropposa. Vi è venuta l’acquolina in bocca?

Potete considerarlo un pò come il nipote del Ramen. Più giovane, frizzante e super colorato. A differenza di quest’ultimo infatti, Yakisoba è un piatto goloso, di strada, molto popolare specialmente durante le Matsuri Estive.

E’ proprio con l’arrivo dell’estate che si iniziano a trovare bancarelle allestite con grandi piastre bollenti (decisamente pericolose) in cui, cuochi con esperienza alle spalle, fanno saltare i Noodles  davanti ai vostri occhi con una velocità e precisione invidiabile.

Ma non solo! A differenza del Ramen, che richiede tempo e pazienza nella preparazione (mi riferisco principalmente alla zuppa con le sue preparazioni lunghe e complesse), Yakisoba è un piatto che si adatta perfettamente alle nostra cucina casalinga, soprattutto per le sue tempistiche di cottura e la facilità degli ingredienti utilizzati.

Da nord a sud, è  apprezzato in tutto il paese, ma differenza di quello che si pensa, la sua origine non è legata alla città dello street food: Osaka.

Molti danno il loro primato a Yokote, cittadina nella Prefettura di Akita (Nord del Giappone), altri ad Asakusa, quartiere di Tokyo, altri ancora a Fujinomiya (Prefettura di Shizuoka). Quello di cui si è certi, è che la loro apparizione risale al periodo Post II guerra Mondiale, e da allora sono entrati a far parte della gastronomia del paese.

Yakisoba senza Soba

La parola Yakisoba può trarci in inganno.

Mentre con il termine “Yaki” si indica la cottura (significa appunto “grigliare”) , con la parola “Soba” non ci si riferisce ai famosi Noodles.

In Giapponese si usa spesso il termine “Soba” per indicare diversi tipi di Noodles e non necessariamente solo quelli di colore scuro preparati con grano saraceno.

Gli Yakisoba prevedono l’utilizzo di Mushi Chukamen (蒸し中華麺), ovvero un impasto preparato con farina di frumento e Kansui, un’acqua alcalina (ph superiore a 7.0) che dona una texture “gommosa”, resistente e, durante la cottura al vapore, fà diventare l’impasto di colore giallo.

Ebbene sì, il colore giallo dei Noodles non è dovuto all’aggiunta di uova, ma è bensì tutto merito dell’acqua utilizzata.

Noodles ma non solo

I Noodles cosparsi di salsa agrodolce sono solo una parte del piatto. Non dimenticatevi che Yakisoba, nascono come street food, e come tali, possiedono quel giusto livello di golosità e lussuria di cui questa categoria di piatti è famoso (ovviamente secondo i gusti e gli stili Giapponesi).

Coperti da un’omelette o uovo cotto all’occhio di bue il tutto arricchito con maionese, fritti insieme a frutti di mare e cosparsi con una leggera polvere di alga nori, o ancora, serviti come ripieno di panini a forma di hot dog.

Ne esistono davvero numerosi tipi, pronti a soddisfare il palato di chiunque!

Per questo ho deciso oggi di proporvi una versione vegetariana di questo piatto, con protagoniste tantissime verdure e 厚揚げ・Atsuage (Tofu fritto).

Non ci saranno bisogno di grandi piastre e abilità particolari nel far saltare i vostri Noodles, ma solo curiosità e voglia di sperimentare qualcosa di nuovo!

Ingredienti

  • 1 confezioni di Noodles
  • 1/2 cavolo
  • 1 cubo di tofu
  •  broccoli
  • peperone rosso (o giallo, dipende dal colore che volete dare al vostro piatto)
  • carote
  • germogli di soia
  • zucchine
  • funghi
  • olio  q.b
  • Ginger rosso

N.b -> potete utilizzare le verdure e le quantità che più preferite.

Per la salsa: Yakisoba

  • 3 cucchiai salsa Worcestershire
  • 3 cucchiaio di ketchup
  • 1 cucchiaio salsa di soia
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 3 cucchiaio Oyster Sauce (se non la trovate, potete ricrearne il sapore mischiando 3 cucchiaini di salsa di soia + 1 1/2 di zucchero)

Procedimento

Cut Vegetables – Yakisoba

Unite tutti gli ingredienti della salsa Yakisoba in una ciotola, e mischiate fino a che non si siano amalgamati.

Tagliate le vostre verdure a pezzi di media grandezza. Nella ricetta, ho tagliato le carote, cipolla e peperone a julienne, il cavolo a pezzi di 2 cm circa, ho grigliato le melanzane, bollito leggermente i broccoli e tagliato il tofu a cubetti.

(Per dare un pò di sapore in più alle verdure, ho fatto prima cuocere uno spicchio di aglio nell’olio che ho poi utilizzato per friggere il tutto)scaldare

In un’ampia padella, fate scaldare l’olio e aggiungete a mano a mano le verdure partendo dalla cipolla. Lasciate per ultimi il tofu e i germogli di soia.

Stir Fry Vegetable – Yakisoba

Una volta che le verdure sono cotte, aggiungete il vostro pacchetto di Noodles. Mischiate per bene così che Noodles e verdure si amalgamino tra di loro e infine aggiungete la vostra salsa. Poco per volta mescolando continuamente.

Attenzione! La fiamma non deve essere alta ma medio bassa, rischierete infatti di far bruciare lo zucchero contenuto nella salsa con pessimi risultati (saprà tutto di bruciato, parola di chi ne ha fatto esperienza).

Yakisoba

Ecco pronti i vostri Yakisoba!

Insaporiteli con polvere di alga Nori, ginger rosso e serviteli ancora caldi! Per un tocco di sapore in più potete guarnirgli con un uovo all’occhio di bue!

いただきます

Ele&Yo

P.s -> possono anche essere un delizioso Obento da portarsi a lavoro o a scuola!